Commenti e impressioni

Bytepac – Recensione

Chi mi ha seguito sui social network ha notato sicuramente che negli ultimi giorni ho pubblicizzato un’imminente recensione molto diversa dal solito. Bene, è arrivato il momento!

Oggi vi parlo di un box per hard disk, il prodotto di chiama Bytepac, cliccando sul link potete vedere un video esplicativo e conoscerne tutte le caratteristiche, così evito di copiaincollarle qui che è noioso. passiamo subito alle mie opinioni.

1. L’idea

Bellissima idea. Un box esterno per hard disk di cartone, quindi, eventualmente, riciclabile e di conseguenza ecologico.

2. Il funzionamento

Io ho testato il kit da tre Bytepac, la cavetteria è contenuta all’interno di uno dei tre box e ci sono anche delle chiarissime istruzioni illustrate. La prima volta che si aprono i box l’operazione risulta un po’ difficoltosa, ma io ho poi provato ad aprirli tutti (per rimettere i cavi a posto, come capita sempre non si riesce mai a far stare tutto nella confezione originale così come è uscita dal negozio!) e, una volta presa la mano, si aprono e si chiudono con estrema facilità.

La presa d’aria inferiore evita il surriscaldamento del disco in modo efficiente.

3. L’utilizzo

Che utilizzo si può fare di questi Bytepac? Sicuramente non sono nati per essere perennemente attaccati al computer, vista anche la loro natura °modulare°. Il cavo, infatti, si stacca facilmente dai dischi per essere altrettanto facilmente collegato a un secondo Bytepac. Diciamo che l’idea è quella di crearsi una personale °libreria° di dischi rigidi, ognuno all’interno del proprio Bytepac (è di cartone, possiamo scrivere l'”etichetta” del disco direttamente sul box!) e attaccare di volta in volta quello che ci serve.

4. Il design

Questo è il punto che io apprezzo di più. Sul serio, chi può vantarsi di avere degli hard disk esterni di cartone? Oltretutto i box sono disponibili con tinte e stampe di tutti i gusti, ma i miei preferiti rimangono quelli di cartone “grezzo”.

5. Conclusioni

Sicuramente ne consiglio l’acquisto a chi ha bisogno di un sistema di hard disk esterni per catalogare al meglio i propri dati. Invece lo sconsiglio a chi ha bisogno di un hard disk per tenere un backup continuo dei propri dati e in ogni caso a chi deve tenerlo attaccato 24/7 al computer, per via del grande spazio occupato (il box rimane sollevato per permettere il corretto raffreddamento), ma poi sono scelte personali, io sinceramente, tendo a tenere meno roba possibile sulla scrivania (pensate se ci fosse più roba di quella che si vede nella foto!) infatti il mio hard disk esterno che uso come backup è per terra sotto il tavolo, il box in cartone ne soffrirebbe.

Ottima idea, ottimo design, davvero un bel box alternativo ed ecologico!

 

Annunci
Standard
Commenti e impressioni, Progetti e iniziative

Appello ai miei amici youtubers

Ci sono momenti in cui la mia pigrizia vince sul mio animo da musicista e mi metto ad ascoltare musica su Youtube. Perchè lo faccio? Perchè sono pigrissimo e non ho voglia di alzarmi dalla sedia per cercare il disco che contiene la canzone che voglio ascoltare in quel momento.

Ora, non so se la cosa sia legale o meno (secondo me no) ma in ogni caso la ascolto. E la ascolto senza guardare il video a meno che io non voglia vedere esattamente il videoclip di una certa canzone.

Molto spesso le canzoni sul “tubo” queste canzoni vengono caricate con uno slideshow oppure con un’immagine fissa che ritrae l’artista o un’immagine che (si spera) in qualche modo richiami i temi fondamentali del pezzo. Ma questo penso di non dovervelo spiegare io, scommetto che lo sapete già.

Il mio pc oramai è vecchiotto, funziona ancora bene, ma sente il peso degli anni (un decennio oramai!) e, nonostante la mia ADSL funzioni alla grande con un sacco di banda disponibile, la scheda video da un po’ di tempo a questa parte fatica a riprodurre la roba in streaming.

E da queste considerazioni lancio il mio appello a tutti gli youtubers.

Non caricate video che sono un’immagine fissa a 1080p, vi prego, fatelo per me, tanto per prima cosa non ho intenzione di stare tutto il tempo della canzone a guardare una sola immagine che probabilmente sarà la copertina dell’album da cui è tratto il pezzo, quindi l’avrò già vista dozzine di volte e, secondo, non serve a niente che sia in alta definizione (non sarà mai più grossa di 10 cm di lato a meno di non usare il computer attaccato alla vostra TV da 60 pollici e allora avete dei seri problemi), se non a farvi prendere a insulti da me e da tutti i musicisti pigri che possiedono e usano con soddisfazione un pc un po’ sorpassato, ma che lo sanno usare in modo tale da far sfigurare il vostro superportatile comprato in un ipermercato in offerta con processore a 4 core e centodieci giga di RAM con preinstallato Windows Vista che probabilmente si romperà…

 

 

 

 

Adesso!

Per concludere: non usate l’alta definizione se non avete nulla da farmi vedere in modo altamente definito.

Grazie per l’attenzione. Vi voglio bene, anche se a volte mi arrabbio. :^)

Standard