1 Commento

Linux Day Torino 2013: commenti a freddo

Ieri è stata una giornata davvero impegnativa. In tutta Italia si è svolto il Linux Day e io ero coinvolto in prima persona nell’organizzazione dell’edizione torinese. In breve: siamo tutti d’accordo che la manifestazione sia stata un vero successo! Da questa pagina ringrazio pubblicamente tutti i volontari che hanno collaborato per l’organizzazione e anche tutto il pubblico intervenuto, senza di voi il lavoro di noi volontari sarebbe solamente tempo perso.

0. Perché faccio il volontario al Linux Day

Voglio spiegare in poche parole il motivo di questo mio impegno annuale (è la quarta edizione che collaboro a organizzare: 2009, 2011, 2012  e 2013), non per vantarmi, ma perché spero che leggendo queste righe qualcuno decida di darci una mano il prossimo anno; non si è mai abbastanza!

Sono oramai parecchi anni che utilizzo Linux come sistema operativo principale sia a casa che in università. Linux e tutto ciò che gli gira intorno è sviluppato in buona parte da volontari e il software viene distribuito gratuitamente a chiunque ne voglia fare uso. Visto che questo software è talmente di alta qualità che viene utilizzato non solo da me, ma anche da enti di ricerca internazionali, associazioni, pubbliche amministrazioni in tutto il mondo mi sento di dover, una volta all’anno, dedicare una giornata per ricambiare in qualche modo tutte le persone che lavorano 365 giorni all’anno tra mille difficoltà per mantenere il software che uso tutti i giorni.

1. Come si è svolta la giornata

L’orario della manifestazione era 14-18. C’erano cinque aule dedicate ai talk divisi per temi o per livelli di difficoltà. Erano in programma 20 talk, sicuramente ognuno avrà trovato qualcosa di interessante da ascoltare!

Un’aula era poi dedicata al LIP (Linux Install Party) dove i visitatori potevano portare il proprio computer e potevano trovare volontari pronti ad aiutarli nell’installazione di Linux oppure potevano venire solamente per chiedere assistenza.

Erano poi presenti banchetti di alcune associazioni collegate alla diffusione di Linux e del software libero.

2. Il mio impegno nel 2013

Dopo tre edizioni trascorse principalmente al LIP ho deciso per diversi motivi di tenere un talk (cos’è un talk? Un’ora in cui una o più persone parlano e gli altri ascoltano, tutto qua).

Il mio talk aveva come titolo “Il terminale per tutti” ed era il tentativo di far comprendere a chi ha avuto voglia di starmi ad ascoltare che il terminale fornito a grande richiesta con ogni distribuzione Linux (e non solo) non è un oggetto oscuro che solo gli eletti posso utilizzare, ma che con poco sforzo anche un non-addetto-ai-lavori può trarre beneficio da questo strumento, sapendo come usarlo in modo efficiente per risolvere piccoli problemi quotidiani. Se vi ho incuriosito e non siete tra il centinaio di persone che ha avuto il coraggio di starmi a sentire, per tenere il talk ho usato l’aiuto di fantasmagoriche slides prodotte con LaTeX (per chi non lo sapesse, o non se lo ricordasse, sono un fisico e in quanto tale sono condannato a usare LaTeX a sproposito) che potete guardare, toccare e scaricare QUA. Dalle impressioni che ho avuto alla fine del mio talk penso che sia stato interessante per molta gente, qualcuno mi ha avvicinato per farmi domande, qualcuno per chiedermi di ripetere il link per scaricare le slides e so che una persona sta valutando di installare Linux. Non posso che essere soddisfatto del risultato (personale) ottenuto.

Durante la mattinata (la manifestazione si è svolta dalle 14 alle 18, la mattina l’abbiamo usata per allestire tutto quanto) ho montato qualche tavolo, steso qualche prolunga ed ero il “mastro di chiavi” delle magnifiche (me ne sono innamorato) e tecnologicissime cattedre del Politecnico di Torino (che quest’anno ci ha affittato gli spazi per l’evento) dunque ho rincorso i relatori man mano che arrivavano, gli spiegavo come funzionavano le cattedre e facevo con loro una breve prova della loro attrezzatura in modo da non avere sorprese nel pomeriggio. Non mi sono arrivate voci di di problemi di natura tecnica (qualcuno c’è stato invece durante le prove mattutine) dunque sono soddisfatto anche di questa parte del mio lavoro.

A ora di pranzo ho indossato il terzo cappello della giornata e sono andato a prendere le pizze per i volontari che ne avevano fatto richiesta in modo da poter fare un veloce pasto prima che cominciasse ad arrivare il pubblico.

3. Concludendo

L’intera manifestazione è stata un successo. La location era ottima, il meteo è stato clemente (una giornata che sembrava primaverile piuttosto che autunnale) dunque abbiamo sfruttato più lo spazio esterno che quello interno con un veloce spostamento degli allestimenti a ridosso dell’inizio dell’evento.

Le mitiche magliette (edizione limitata, ogni anno la cambiamo, dunque è necessario essere presenti quel giorno per averne una) sono andate a ruba tanto che c’è stato qualche fortunato che è riuscito a comprare una delle magliette con le scritte anche sulla schiena preparate in edizione ancora più limitata per i volontari (ne era avanzata qualcuna). Ricordo che la vendita delle magliette è una delle poche (l’unica?) fonti di sostegno economico che abbiamo per far fronte alle spese che ogni anno bisogna affrontare per organizzare una giornata del genere!

Che altro dire? Sono sicuro che ci vedremo il prossimo anno

Annunci

Un commento su “Linux Day Torino 2013: commenti a freddo

  1. […] piu` di un mese fa si e` svolto il Linux Day in tutta Italia. Io ho partecipato all’organizzazione dell’edizione Torinese della manifestazione e ho […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: