Lascia un commento

L’informatica come scienza e come gli scienziati gli si approcciano

In questo periodo sto seguendo molti corsi all’università, motivo per cui non sto scrivendo molto sul blog (sicuramente mi scuserete per questo). Due di questi corsi hanno a che fare con l’informatica e con la programmazione. Un altro corso simile l’ho seguito questo inverno e il fatto che questi tre corsi abbiano avuto professori diversi mi ha dato l’opportunità di  rendermi conto come diversi scienziati (tutti questi professori sono ricercatori scientifici) si approccino in modo differente all’uso del calcolatore nella propria vita, ma, soprattutto, come questo modo di approcciarsi si rifletta su come e cosa insegnino agli studenti.

Per la cronaca il “tipo” di scienziati sono (ometto i nomi per rispetto delle persone -non mi piace parlare di privacy, in quanto i nomi, i loro curricula e le pubblicazioni sono liberamente disponibili sul web, basta fare qualche ricerca-, in ogni caso molti miei lettori conoscono bene almeno due su tre di questi personaggi): un fisico sperimentale, un fisico teorico e un informatico.

Ciò che ho notato in prima battuta è che ognuna di queste persone ha, ovviamente, una propria idea di cosa voglia dire utilizzare bene il computer e di quale sia il metodo di lavoro corretto. Quello che fa la maggior parte di loro è di tirare merda su ciò che a loro non piace e di esaltare all’infinito ciò che a loro piace. Ma faccio degli esempi, così capite meglio:

Lezione in aula informatica: uno studente chiede aiuto al professore, quest’ultimo arriva e la prima cosa che fa e mettere mano a mouse e tastiera e modifica alcune parti di codice come piacciono a lui, senza ascoltare la domanda. Oppure il professore, senza ascoltare la domanda inizia a dire allo studente di cambiare l’impostazione del codice. Ora, io sono più che convinto che il FORTRAN sia un potentissimo strumento, ma se sto programmando in C(++) ho tutto il diritto di utilizzare le potenzialità di tali linguaggi, senza dover “far finta” di vivere qualche decennio fa utilizzando solamente una differente sintassi. Per di più questi corsi sono corsi di laurea magistrale e già nella triennale c’è almeno un corso obbligatorio di programmazione (parlando del mio corso di laurea) dove lo studente impara a gestire certe cose del linguaggio.

Un altro studente chiede una mano al professore, gli fa vedere un plot fatto con $SOFTWARE. Il plot è corretto, ma lo studente ha un dubbio sulla teoria. Il professore vede il plot, dice che è sbagliato, tira fuori il notebook, e passa 15 minuti a tentare di fare il plot corretto utilizzando $ALTROSOFTWARE per poi rendersi conto di aver male interpretato una variabile della funzione, che il plot dello studente e quello suo erano corretti e si è finalmente deciso ad ascoltare la domanda. La risposta? “Sarà un problema di $SOFTWARE, dovrebbe funzionare!”.

Ora, questo post sta diventando una valvola di sfogo per vari episodi che sono capitati a me e a dei miei compagni a cui ho assistito, ma il concetto che volevo esprimere è che l’informatica è una scienza giovane, non siamo ancora arrivati al punto in cui molte cose sono accettate allo stesso modo dalla quasi totalità di chi si avvicina al campo (e forse mai ci arriveremo, se continuerà a evolversi così velocemente) il punto è che tra tutti questi chi ha ragione?

Ha ragione chi, al posto di perdere tempo a convincere il mondo che il modo che usa lui per fare le cose sia il migliore, sta zitto e fa le cose, come uno dei tre professori che non è protagonista di nessuno degli esempi qua sopra riportati che ringrazio per avermi insegnato molto più di tutti gli altri, anche se mi sono dovuto fare un discreto mazzo per superare il suo esame, ma ne è valsa la pena!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: