Lascia un commento

Linux > Mac

Da leggersi “Linux maggiore di Mac”, da intendersi “in cosa Linux è meglio di Mac”.

Da qualche anno sono un affezionato utente GNU/Linux, e da qualche mese un soddisfatto utente Mac (cosa che sicuramente saprete se seguite il mio blog). Se mi seguite anche sui vari social network avrete notato che in questi ultimi giorni ho iniziato a diffondere delle “perle” che confrontavano Linux e Mac. Se non mi seguite sui social network non vi siete persi niente, perché questo post raccoglie tutte le “perle” pubblicate nei giorni scorsi e gli fornisce un minimo di commento.

Avvertenza: alcune “perle” non hanno un commento. Di norma sono quelle che ho scritto più per strapparvi un sorriso che per un vero motivo. Spero si capisca quali sono. E che ridiate. :^)

1. Reversi su Mac alla difficoltà massima = vinco io. Su Android a poco più di metà della difficoltà = mi scassa di brutto.

2. Su Mac, ma anche su Windows, non si puo` fare copia/incolla con il tasto centrale del mouse.

Chiunque sia un po’ “sgamato” in fatto di sistemi Linux sa che selezionando un testo lo si può copiare da qualche parte semplicemente cliccando la rotella del mouse. E’ più difficile dirlo che farlo e se ti ci abitui poi è difficile tornare indietro.

3. Apple ha uno sviluppatore di fotografie che fa schifo. Linux anche, ma almeno non vuole dei soldi per farti incazzare.

Sul serio. Aperture fa schifo. E’ ignobile che chiedano dei soldi per un software così incasinato. Dopo 10 minuti ho desistito. Sembra che la cosa più importante sia condividere le fotografie sui social network, i comandi per lo sviluppo sono nascosti per benino. Come usabilità i vari RAW-converter per Linux sono molto meglio, come qualità dell’algoritmo di sviluppo lasciano molto a desiderare. Cosa uso io? Non ve lo dico. :^)

4. Le scorciatoie da tastiera per fare copia e incolla sono naturali su Linux, sul Mac sembrano fatte apposta per far venire una tendinite.

ControlC, controlV. Cosa c’è di più naturale? MignoloIndice, mignoloIndice. Invece sul mac bisogna usare il tasto “mela”, ma da qualche tempo la mela è caduta dal tasto e ora si chiama tasto “Command”, manco si dovessero andare all’arrembaggio. Bene, comunque sia sulle tastiere non-Apple (dove il tasto “Command” è quello con la bandierina di Windows) che, soprattutto, sulle tastiere Apple, dove il tasto “Command” è subito a destra e a sinistra della barra spaziatrice, la combinazione risulta veramente scomoda.

5. Su Mac non c’è l’easter egg di VLC. Su Linux sì (e pure su Windows). Dai, non ci credo di dover spiegare anche questa. Esiste ancora qualcuno che non si è accorto del cappellino da Babbo Natale che compare in un certo periodo dell’anno sull’icona del famoso riproduttore multimediale multipiattaforma?

6. Su Linux non c’è l’autocorrettore di MacOS che scassa le palle.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: