4 commenti

Abbiamo fatto il Big Bang!!!

Domenica, metre io (e dai, ammettetelo, anche voi,,,) stavo guardando la MotoGP, qualcosa di importante succedeva a Ginevra, nel laboratorio del CERN. Sono avvenute le prime collisioni di ioni piombo e pare siano state ricreate le condizioni che c’erano nell’universo pochi istanti (si parla di frazioni piccolissime di secondo, non cinque o dieci minuti, occhio) dopo il Big Bang.

Per sapere “cosa ci dicono” questi eventi ci sarà bisogno di qualche settimana di analisi dati, per ora è tutto qua.

Perfetto, dopo la notizia, che in realtà è stata data, più o meno celermente, da tutti i giornali e telegiornali giorni prima di me, volevo soffermermi sui commenti che si leggono in rete riguardo a quello che è successo domenica e in generale su ciò che stanno combinando al CERN.

Cito alcune frasi, mi permetto di mettere le virgolette perchè non attribuisco le citazioni a nessuno in particolare, ma cercherò di mantenere il senso delle affermazioni che ho letto cambiandone le parole, più che altro per renderle italiane.

Sarebbe meglio concentrarsi sulla ricerca per la cura delle malattie, piuttosto che far scontrare protoni a sempre più alte energie, che non serve a niente, intanto quante persone muoiono?

Bisognerebbe fare centrali nucleari più sicure piuttosto che costruire un giocattolo più grosso di quello di prima che alla fine non serve a niente.

Ci saranno mica dietro i militari?

Questi esperimenti servono solo per garantire un posto di lavoro ben pagato a dei fisici che fanno i fisici perchè non sono abbastana intelligenti per fare i matematici e altrimenti non potrebbero fare nient’altro.

Cosa ce ne frega di cosa è successo un nanosecondo dopo il Big Bang? Ma poi c’è stato davvero il Big Bang?

È solo un giocattolo più grosso di altri, dov’è la novità?

Ok, mi fermo qua. Cerchiamo di rispondere per bene a questa gente.

Partiamo dall'”accusa” secondo me più grave quella di chi dice che LHC “non serve a niente”. Gli esperimenti del CERN servono prima di tutto a capire cosa ci capita intorno. La Fisica è questo. Capire la natura e riuscire, eventualmente, a sfruttare le leggi che ci impone a nostro vantaggio.

Giustamente venivano citati gli apparecchi medici costruiti con le tecnologie degli accelratori di particelle e veniva posta la domanda se non sia più utile concentrarsi nel migliorare quelle macchine lì, piuttosto che crearne di nuove più potenti. Beh, a mio avviso se una macchina esiste e funziona al meglio perchè migliorarla? Soprattutto: perchè bisognerebbe privarsi della possibilità di scoprire o addirittura inventare una nuova tecnologia che servirà per una macchina che cura “meglio” o addirittura “di più” o magari cosa che fino ad ora non si riescono a curare?

Perchè ce ne frega di sapere cosa è successo un nanosecondo dopo il Big Bang? Perchè magari in quelle condizioni c’è la possibilità di creare pasta alla carbonara usando i rifiuti. Per come siamo messi adesso, se così fosse, avremmo risolto il problema della fame nel mondo! Ok, forse l’esempio non è dei più seri, ma ho reso l’idea? Se Maxwell non avesse tentato di capire le leggi fondamentali dell’elettromagnetismo io adesso non starei scrivendo sul mio blog, semplicemente perchè il mio computer non esisterebbe! La curiosità di sapere cose che non si sanno porta a fare scoperte. Poi sta a noi usare al meglio le scoperte che facciamo. Di sicuro se non si cerca non si trova niente. Per tentare di curare meglio una malattia siamo davvero disposti a rinunciare di curarne una in più che oggi non siamo in grado di curare? Secondo me una lotta su entrambi i fronti è ciò che va fatto ed è ciò che si sta facendo.

No, non penso ci siano dietro i militari. All’interno di LHC sono state riprodotte temperature svariate volte più grandi di quelle del sole. E, pochi metri più in là, ci sono apparecchiature tenute a circa 4 Kelvin. Uno dei posti più freddi dell’universo. Ci fossero dietro i militari saremmo già tutti morti.

È il giocattolo più grosso di tutti e ce lo abbiamo solo noi!!! Dov’è la novità? La novità è che, appunto, ce lo abbiamo solo noi! Non è una di quelle cose che possono fare tutti, ci sono voluti gli sforzi di interi paesi che hanno impegnato per anni le loro migliori menti e un sacco di soldi. Una centrale nucleare oramai se la possono permettere più o meno tutti. LHC no, ce n’è solo uno e ce ne sarà sempre solo uno. A parte il suo successore, che sarà ancora più grosso e più potente. No non ci stanno già lavorando, ma tu non vorresti una macchina col motore più grosso di quella che hai in garage?

In questo periodo studenti e ricercatori di tutte le università italiane sono in mobilitazione per cercare di bloccare una riforma che penalizza molto chi porta avanti le ricerche scieintifiche. In ogni campo. Tagliano i fondi anche a quelle persone che lavorano al CERN. Forse il governo non ha capito quale grande risorsa sia la ricerca e soprattutto quel patrimonio di menti stiamo buttando al vento (gli italiani hanno dato un grande contributo a queste ricerche!). Ma leggendo cosa ne pensano gli italiani mi viene da dire che, alla fine, siamo un popolo degnamente rappresentato da chi ci governa.

4 commenti su “Abbiamo fatto il Big Bang!!!

  1. Ho scoperto il tuo blog dal Disinformatico e non posso che dire: complimenti! Concordo in pieno con te anche perchè studio fisica anche io (anche se all’estero).
    La gente non si rende conto che la maggior parte delle comodità odierne è stata data dalle scoperte scientifiche. Possiamo parlare in tempo reale con parenti in australia e anche andarci magari, nel giro di non molte ore. Possiamo avere luce anche di notte con un semplice click. Possiamo curare tumori con “luce” coerente. E questo è un’assaggio di quello che l’uomo ha fatto in poco più di due secoli.
    E poi ci chiedono a che serva la fisica.
    Saluti da Londra

    • CIao! Grazie dell’apprezzamento.

      Io non ho messo il link per non spammare, ma in realta` mi stanno arrivando un sacco di visitatori dal Disinformatico.

      Forse tu da fisico come me sarai inorridito come me a leggere quelle affermazioni. Meno male che pero` altre persone capiscono che anche se stiamo chiusi nei laboratori o negli uffici tutto il giorno non siamo inutili. Non tanto quanto altre persone che stanno chiuse negli uffici tutto il giorno, perlomeno.

  2. Salve, parole sante!

    Io non son un fisico, ma sono da sempre appassionato di scienza e leggo tutto quello che mi passa per le mani. Pensa che in questi giorni (dopo l’annuncio dell’imprigionamento dell’antimateria al CERN) stiamo discutendo su un social con il classico ignorante, le cui tesi sono più o meno “ma bisogna stare attenti a questa scienza che finirà per distruggerci tutti!”. :D

    Credo che la reazione più giusta di fronte a queste tesi sia una bella risata, come suggerisce Belgarath nei libri di David Eddings. Sperando che non sia l’ignoranza a distruggerci tutti. :)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: