1 Commento

Debian e Facebook: ecco la mia risPost

Mi è stato sottoposto questo post chiedendomi un’opinione a riguardo. Premetto che io e l’autore del post in questione ci conosciamo di persona e spesso disquisiamo su argomenti che vanno dal software più o meno libero (parlando di roba anche estremamente più nerd di quella pubblicata sul mio blog), litighiamo sulla politica, ultimamente parlottiamo di fotografia e qualche volta sì, parliamo anche di fisica, che alla fine è quello che (almeno in teoria) dovrebbe occupare principalmente le giornate di entrambi.

Partiamo dal presupposto che io uso Ubuntu e non voglio usare Debian e lui usa Debian e non vuole usare Ubuntu. E avrete già capito che spesso le nostre discussioni si focalizzano sul rapporto tra Ubuntu e Debian. In realtà spesso ci troviamo d’accordo su molti temi e in generale ricordo con simpatia il periodo in cui entrambi eravamo utenti di Archlinux, distribuzione che sento mia, anche se non la uso più come installazione principale, come la sente sua ogni Arciere che si rispetti.

Ok, si diceva: lui usa Debian. E il post che ha scritto parla di Debian. In particolare del rapporto tra Debian e Facebook. Per chi non lo sapesse tempo fa ho ripudiato Facebook. E sono contento della mia decisione.

Debian dovrebbe avere una pagina ufficiale sul più famoso tra i social network? Dipende.

Perchè dipende? Per almeno un paio di motivi.

  1. Non mi interessa molto la questione. Sul serio. Con tutti i problemi che hanno le nostre comunità, aziende che ci sfruttano, gente che ci insulta, utenti che ci distruggono dall’interno, questa è una questione di ben poco conto. Che facciano quel che gli pare. Detto da un utente esterno.
  2. Dipende qual è il loro obiettivo. Se è creare un sistema operativo usando *solo* software libero, non c’è bisogno di pubblicizzare la cosa in alcun modo. Chi è interessato allo sviluppo del progetto non ha di certo bisogno di Facebook per essere informato delle ultime novità. Se invece l’obiettivo è fare in modo che questo sistema operativo completamente libero venga usato dalla maggior parte delle persone possibili allora che ben venga Facebook, ma a delle condizioni ben precise.

Quali sono queste condizioni? Prima di tutto creare un sistema operativo utilizzabile dalla maggior parte delle persone. Facebook è usato da tutti: nerd, scienziati, panettieri, casalinghe, uomini, donne, alti, grassi, belli, brutti. Se io pubblicizzo qualcosa su Facebook deve essere qualcosa che interessi tutti. Non ha senso sperare che tutti diventino dei veri linuxari e che usino Debian. Io stesso mi ritengo in grado di usare Debian con soddisfazione, ma non lo faccio. Io scendo a compromessi con software proprietario che mi rende la vita più semplice. La gente vuole la vita semplice, anche chi potrebbe permettersi di risolversi i problemi a volte sceglie la via più semplice, figurarsi chi non ne è in grado. Che prima si risolvano tutte le incompatibilità, si scrivano i drivers, si pubblichino i maggiori videogames. Allora Linux sarà su ogni computer. Certo, non solo gli sviluppatori Debian devono muoversi. Per raggiungere questo obiettivo ci si devono mettere anche i produttori di hardware, le software house e via dicendo.

La mia impressione è che il team di sviluppo di Debian prenda un po’ sottogamba questo aspetto.

Quella tale caratteristica non funziona con software libero? Allora significa che non bisogna utilizzarla.

Ma se è l’unico modo per vedere il mio programma tv indonesiano preferito, io farò di tutto per vederlo, anche utilizzare software proprietario. E fate così anche voi, ammettetelo. Gli sviluppatori di Debian dovrebbero dare più appeal al loro prodotto, prima di preoccuparsi di come venderlo. Di cosa parlo? Guardate qua e poi qua. Avete capito adesso?

All’inizio ho parlato di Archlinux. I suoi sviluppatori non puntano a rivoluzionare il mondo. Loro non vogliono una grande utenza. Loro vogliono un buon sistema operativo. Stop. In questa ottica tutta la sbatta che bisogna farsi per avere una Arch davvero funzionante ci sta alla grandissima. Alla fine è un sistema efficiente e si è tutti felici e contenti.

Ma Debian vuole creare un sistema operativo usato dalla gente. Da tanta gente. E non ci sta riuscendo. Purtroppo, dico io.

Come dite? Volevate sapere se alla fine Debian debba avere o no la sua pagina ufficiale su Facebook e invece si è parlato d’altro? E allora lo vedete che non era poi così importate?

Advertisements

Un commento su “Debian e Facebook: ecco la mia risPost

  1. […] un  commento Tag:debian, etica, facebook, foss, libero, Linux, progetto, software Beh, sono stato tirato in ballo direttamente per il mio precedente post, allora è il momento di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: