2 commenti

Interfaccia Ubuntu Unity: primo approccio

Ebbene sì: dopo un sacco di tempo dall’annuncio della nuova interfaccia per netbook che debutterà con Ubuntu 10.10, mi sono finalmente deciso a provarla.

Fermo! Anche io voglio questa super novità!

Ottimo. C’è un comodissimo ppa di Canonical (leggete sempre prima le avvertenze!) che basterà aggiungere alle sorgenti software. Il ppa ha indirizzo:

ppa:canonical-dx-team/une

Successivamente basterà dare da terminale i seguenti comandi per aggiornare la lista dei pacchetti:

sudo apt-get update

e per installare Unity:

sudo apt-get install unity.

Troverete la nuova interfaccia nella lista delle sessioni al momento del login.

Ma cos’è Unity?

Unity è la nuova interfaccia per l’edizione dedicata ai netbook della nostra Ubuntu. Canonical dovrebbe contestualmente rilasciare anche una versione “light” di Ubuntu equipaggiata con l’interfaccia Unity, ma tale versione pare sia destinata alle sole installazioni OEM (cioè al mercato del “preinstallato”) e non dovrebbe essere invece disponibile per il download e l’installazione manuale personale.

Cosa ne pensi di Ubuntu Light?

Penso che sia quantomento un segnale da parte di una delle grandi aziende del software open source di volersi buttare sul mercato del preinstallato, per fare un po’ di concorrenza agli altri sistemi operativi (qualcuno ha detto Windows?). Tra l’altro recentemente il nostro amico Mark Shuttleworth ha annunciato che Ubuntu 10.10 (Maverik Meerkat) supporterà il multitouch (sperando che ciò significhi qualcosa di positivo anche per il touchpad del mio nerdbook) e quindi dovremo aspettarci di vedere delle belle sgomitate da parte della distro sudafricana per entrare nel mercato tablet.

Cosa ne pensi di Unity?

Ottime cose. Sono sempre stato dell’idea che 10 pollici (con una risoluzione di 1200×600, come la maggior parte dei netbook ora in circolazione) di monitor siano troppo pochi per permettersi di sprecare spazio per ben due barre (che tra l’altro sprecano già di per loro un sacco di spazio), quindi mi sono buttato sull’utilizzo dell’interfaccia netbook.

Non che non sia soddisfatto del lavoro fatto su questa interfaccia, ma sono dell’idea che si possa fare di meglio. Bene. Unity è di meglio. Ha una barra (chiamata “Launcher”) laterale sulla sinistra che funziona come fosse una specie di dockbar (e qui potremmo ritornare al discorso secondo cui il nostro amico di prima prenda un po’ troppo a esempio il sistema operativo di Apple): Raggruppa le icone dei programmi aperti, possiamo aggiungere o eliminare i lanciatori delle applicazioni più o meno utilizzate, si accede facilmente ai vari menu che sono presentati, come nella migliore tradizione delle interfacce netbook, iniziata con la mitica Xandros (ricordate il primo eeepc da 7 pollici? Che nostalgia, vero?), a tutto schermo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli sviluppatori di Ubuntu hanno poi deciso di implementare una funzione richiesta a gran voce da un sacco di utenti (e qui potremmo ritornare al discorso secondo cui il nostro amico di prima prenda un po’ troppo a esempio il sistema operativo di Apple): la global menubar. Teoricamente (e ora anche praticamente) quando apriamo una finestra i menu “File, Visualizza, Modifica, ecc…” non sono posizionati in una barra dedicata, ma sono inseriti nella stessa barra dove troviamo l’orologio, l’indicazione della batteria, insomma, nella barra di GNOME.

Come potete vedere dalle immagini non si capisce bene dove finisca il titolo della finestra e dove inizino i menu, ma si spera che venga sistemato tutto per la release ufficiale.

Quindi? In conclusione?

Tirando le somme del discorso mi sembra una buona idea voler sbarcare nel mercato touch, la nuova interfaccia vien da sè, le dita hanno bisogno di bottoni da premere, non di menu da scorrere, se poi dalal nuova interfaccia di guadagnamo anche noi che usiamo ancora mouse e tastiera ben venga, e ho la netta impressione che Canonical stia andando in questa direzione: una unica Ubuntu per tutti i dispositivi, con buona pace di chi parla di un fork di GNOME.

Come al solito il tempo deciderà chi sarà il vincitore: di sicuro un punto a Canonical e al suo dittatore benevolo bisogna darlo, perlomeno per essersi mossi per primi e con così tanto impegno in un mercato che sta prendendo il largo, lasciando noi “Linuxari” indietro anni luce (e non mi venite a parlare di Android).

Advertisements

2 commenti su “Interfaccia Ubuntu Unity: primo approccio

  1. […] by cheip on 20 agosto 2010 · Leave a Comment  Giusto stamattina avevo accennato al fatto che Ubuntu stia in qualche modo “prendendo ispirazione” da Mac OS X in quanto […]

  2. […] Ero molto attratto dalla nuova interfaccia Unity (come già testato QUI) […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: