Lascia un commento

Richard Stallman: "Apple è l'impero del male"

Ieri sul mio Google Reader è compraso questo articolo di Ossblog che mi ha fatto ripensare a un discorso che avevo fatto giusto poche ore prima con un mio amico.

Leggete l’articolo, ma, sopratutto, guardate la foto. Lui è Richard Stallaman, il fondatore del movimento del Free Software.

Ora, lui dice tante belle parole, è vero che (forse, ma anche forse no) se non ci fosse stato lui io magari starei scrivendo da Windows (e magari… adesso… avrei subito un crash) anzichè dalla mia distribuzione GNU/Linux preferita, ma non sono d’accordo con le sue idee così integraliste.

Secondo lui dovremmo usare tutti del software libero (avete mai provato a usare *sul serio* solo e solamente software libero? E Flash?), ma non si rende conto che non tutti sono dei nerd come lui. Le persone non hanno voglia di comprarsi un computer per poi smanettarci anche solo mezza giornata per installare software libero (oopure chiamare l’amico che sa cosa fa e installa software libero). Apple sarà l’impero del male, ma se compro un computer Apple appena arrivato a casa lo accendo e faccio quello che voglio. Senza installazioni, senza smanettamenti.

Anche chi col computer ci lavora non ha tempo da perdere in nerdate linuxare. Vuole portarsi a casa il computer dal negozio e iniziare a lavorare, perchè se non lavora magari viene licenziato.

Apple toglie delle libertà? Non vedo quali libertà vengano tolte, una persona puòscegliere se regalare quelle libertà ad Apple per avere un prodotto fatto e finito pronto subito, oppure se tenersi le proprie libertà dovendo studiarsi manuali di installazione di un sistema operativo, o anche solo imparare a impostare il BIOS per il boot da cd (vi assicuro che molte persone nemmeno sanno cosa sia!).

L’errore non lo fa Apple, ma lo fa chi produce software libero, in quanto non riesce a produrre software e una strategia di marketing vincente.

Ma poi, diciamocela tutta (e qui mi riaggancio la discorso dell’altro giorno col mio amico), se una persona entra in un Apple store viene accolto da persone gentili e belle che gli offrono prodotti di qualità a un prezzo altino, ma nessuno infila quei costosi prodotti nelle tasche del cliente, che può in ogni momento decidere di andarsene dal negozio.

Invece se una persona partecipa a un Linux Day o simili viene accolto da un nugolo di nerd il cui aspetto, molto spesso, è anche poco curato, sul genere del signore della foto dell’articolo citato in apertura.

Voi, doveste scegliere, a chi affidereste il vostro acquisto e quindi i vostri soldi e la vostra esperienza informatica (che sia svago o lavoro) per un tot (contando che per molti un computer nuovo è un investimento non da nulla e che quella macchina rimarrà al proprio fianco per molto tempo) di anni?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: