2 commenti

Sull'aggiungere repo esterni alla nostra Ubuntu. Avvertenze.

Non ho mai (finora) consigliato di aggiungere repo esterni alla nostra amata Ubuntu. Questo perchè pare che installare programmi da sorgenti diverse da quelle ufficiali della distribuzione sia diventata oramai un’operazione da farsi a cuor leggero. Bene, non è così!

Quando trovate su internet una guida che vi dice: “Aggiungete questo repository” oppure: “Aggiungere questa sorgente software” o che vi fanno fare qualsiasi altra cosa per instalalre un programma che non sia cercarla nel software center oppure dare un sudo apt-get install *programma* da terminale, storcete il naso e chiedetevi se sapete cosa state facendo. E se non lo sapete, chiedetevi se avete davvero bisogno di quel programma che state per installare nella sua ultimissima-fichissima versione o se non vi basti la versione di un paio di mesi fa che c’è ne repository ufficiale. Ma avete davvero cercato quel programma nel software center? Scommetto che a volte non ci provate neanche!

Aggiungere srgenti esterne significa che, al prossimo avanzamento di versione, il nostro sistema disabiliterà quei repository che non riconosce come “suoi” aggiornando tutto il resto. Ma se gli amministratori dei nostri repo esterni non aggiorneranno la loro versione del pacchetto prima che noi facciamo l’aggiornamento… allora iniziano i guai. Perchè ci troveremo con un sistema nuovo con qualche pacchetto vecchio (quelli installati dai repository non ufficiali) e poi andiamo a lamentarci che gli avanzamenti automatici di Ubuntu non vanno mai a buon fine, che bisogna reinstallare tutto da zero ogni sei mesi.

Ho trovato persone su internet che abilitano il repository esterno per mantenere sempre all’ultimissima versione Transmission, un client bit torrent, e consiglia a tutti di farlo perchè è utilissimo. Forse lui sarà un pirata incallito, avrà bisogno di ogni minima miglioria nel suo client bit torrent perchè scambia terabyte di roba al giorno. Ma io no. Mi va benissimo la versione di Transmission di tre mesi fa. Ma anche quella di un anno fa. E anche a voi.

Ho scritto questo post perchè sto per scriverne un altro in cui per la prima volta consiglio di abilitare un repository esterno (ma con delle motivazioni serie) quindi vorrei che lo leggeste prima di compiere qualsiasi operazione avventata sulk vostro sistema per poi venirvi a lementare da me a ottobre.

Annunci

2 commenti su “Sull'aggiungere repo esterni alla nostra Ubuntu. Avvertenze.

  1. […] installarla ci dobbiamo, purtroppo, affidare a un repo esterno (leggete le Avvertenze prima di […]

  2. […] C’è un comodissimo ppa di Canonical (leggete sempre prima le avvertenze!) che basterà aggiungere alle sorgenti software. Il ppa ha […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: