1 Commento

Primo contatto con MeeGo 1.0

Ho finalmente testato per un paio di giorni il nuovo sistema operativo basato sul kernel Linux sviluppato in concerto tra Nokia e Intel, facendo confluire i progetti Meebo e Moblin. Questo sistema è nato per i netbook e per tutte quelle piattaforme che esattamente computer non sono come tv, smatrpohone, televisori e chi più ne ha più ne metta. Io l’ho provato sul mio netbook, per ora solo in versione live USB (sto usando il netbook produttivamente in questo periodo, non mi posso permettere pacioccamenti vari) e premetto subito che per ora non mi ha convinto per l’installazione, nemmeno in futuro, se le condizioni saranno queste. Ma veniamo a noi.

Il boot del sistema è veloce e scattante da USB, quindi non immagino cosa potrebbe fare un’installazione su hardware, sicuramente un punto a favore dovuto all’ottimizzazione, voluta da Intel per il suo sistema, a favore delle piattaforme Atom (come il mio netbook). In una decina di secondi siamo in pista.

Appena acceso ci si presenta davanti questa schermata:

dove possiamo vedere le ultime pagine web visitate e, se impostato a dovere un account, al momento dello screenshot non lo avevo ancora fatto, gli ultimi aggiornamenti del nostro social network preferito. In basso a sinistra ci sono le applicazioni preferite (potete notare che ho scaricato la versione che usa Chromium come browser, c’è anche la versione con Chrome, l’immagine pesa quei 50 Mb in più che mi devono spiegare) e subito sopra di loro due comodissimi campi per gli appuntamenti e le cose da fare.

Il tutto in realtà mi sembra abbastanza confusionario, un sacco di roba buttata lì nella stessa schermata, inoltre lo sfondo e il tema, molto bello e colorato, della UX (User eXperience, così la chiamano loro) non contribuisce a una sensazione di ordine, da l’impressione di dover fare tutto di fretta.

Con la barra in alto ci possiamo spostare nelle varie schede, una fra tutte quella delle applicazioni, il menù, insomma!

Sulla sinistra abbiamo le benedette applicazioni preferite e a destra il menù diviso in arre tematiche, come nella più vecchia tradizione GNU/Linux.

Il menù è bello e piacevole da usare, ma le applicazioni disponibili sono ancora poche. Di default non viene installata una suite d’ufficio (in più di 800 Mb di immagine potevano farlo lo sforzo, no?) e poi scopriamo anche che non è possibile installare OpenOffice.org, ma solo AbiWord e GNUmeric, per OO.o si stanno attrezzando. E che si attrezzino in fretta, molta gente oltre al browser usa solo la suite d’ufficio sul computer e noi utenti pretendiamo una vera suite d’ufficio!

La seconda voce della barra in alto (che quando stiamo usando un’applicazione sparisce per ricomparire portando il mouse sul bordo superiore dello schermo, funzionalità che non da fastidio al normale utilizzo del computer, come invece mi capita sui Mac) si chiama MyZones ed è la lista delle applicazioni aperte, una sorta di Alt+Tab.

L’interfaccia è sviluppata con le QT 4.6 (cosa ci si poteva aspettare da Nokia?) vengono preinstallate di default un sacco di applicazioni GTK+, integrate alla perfezione. Questo sistema è un vero esempio di integrazione tra le due famiglie di librerie da cui altri dovrebbero trarre esempio.

Da sottolineare anche che la navigazione internet spesso non mi ha funzionato, che, anche se gli EeePC dovrebbero essere pienamente supportati non riesco ad attivare molte delle hotkeys e che spesso crasha qualche applicazione di qua e di là. Saranno problemi della live? C’è da fidarsi?

Per il resto non c’è più molto da dire, ho trovato il sistema estremamente leggero, reattivo e scattante (nonostante, lo ripeto, lo facessi girare da una chiavetta USB), il lavoro di ottimizzazione, almeno per quanto riguarda i netbook è riuscito alla grande.

Sono ancor però dubbioso sulla reale produttività del sistema, manca la suite da ufficio (che io uso poco, ma quando mi serve, la devo usare, la maggior parte della gente, però la usa molto di frequente) e mancano i programmi! Ovviamente potrei installarmi ogni programma a manina, ma che senso avrebbe avere il Garage (l’ottimo programma che si interfaccia col gestore di pacchetti)? Sarà che sono abituato troppo bene (uso Ubuntu e Arch, due distribuzioni che, in un modo o nell’altro, offrono un parco software sconfinato), ma non posso pensare di usare un sistema operativo con così poco software disponibile.

Si impegna, ma deve essere rimandato a settembre.

Annunci

Un commento su “Primo contatto con MeeGo 1.0

  1. […] ancora per molto a mio avviso visto il ritardo di un rilascio utilizzabile di MeeGo (recensita in Primo contatto con MeeGo 1.0). Finora l’unico smartphone Nokia con una certa diffusione a non utilzizare Symbian, ma Maemo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: