Lascia un commento

Oggi e` un altro di *quei* giorni

Torno al mio posto dopo 10 minuti e nessuno e` piu` intorno alla stampante, pare essere tornata la calma, la coda di stampa e` vuota. Non so chi abbia messo la carta, io no di certo e non lo faro` mai piu` perche` l’altro ieri dovevo stampare due (DUE) facciate, mancava la carta, l’ho caricata e in coda prima di me c’era qualcuno che aveva lasciato da stampare un mezzo quotidiano (si` meta` di un giornale quotidiano, tipo La Stampa!). Ovviamente questo simpaticone si e` ben guardato dal recuperare la sua stampa e soprattutto dal caricare la carta al momento di stampare. Carta buttata, toner pure, tempo mio anche.

Oggi invece sono arrivato in università presto per ripassare: nel pomeriggio avrò un’esercitazione che mi varra` un terzo di un voto di un esame. Prendo posto in aula informatica e inizio a leggere un paio di notizie su internet quando C1 mi si avvicina:

C1: “Quando manca la carta nella stampante…” Aspettando che io concluda la sua frase con delle istruzioni.

Io (visibilmente turbato dal fatto che qualcuno debba perdere tempo a fare queste domande e che io debba perdere tempo dal dare le relative risposte): “La metti…”

C1 va a mettere la carta nella stampante. Non sapevo di avere il potere di dare il permesso alla gente di caricare carta nelle stampanti dell’universita`, buono a sapersi. Tempo mezzo minuto arrivano alla stampante (ma perche` ho preso il posto qui vicino? Sara` perche` cosi` ho il condizionatore che mi spara addosso aria fresca in questi primi giorni di vero caldo?) tre ragazze visibilmente turbate dal fatto che le loro stampe non abbiano molta voglia di venir fuori dalla maledetta macchina. Una a un certo punto esclama addirittura:

R1: “Madonna! E adesso come faccio?”

R2: “Dice caricare vassoio 4…”

R3: “Nono, non e` possibile, e` sempre rotta questa cosa qua…”

Do un’occhiata alla coda di stampa, ci saranno almeno una quindicina di voci in coda. Ottimo. Oggi e` un altro di *quei* giorni in cui la stampante e` bloccata (che poi basterebbe mettergli la carta dentro!!!), la gente manda le stampe e si incazza che non vengono stampate, dopo un po’ se ne va e per giorni rimangono stampe orfane sul mobiletto dell’aula finche` non arriva qualcuno che le usa come fogli di brutta.

Sempre piu` gente si raduna attorno alla stampante, ci saranno almeno 6 – 7 persone che a turno vengono a controllare se la loro stampa e` stata effettuata e se ne vanno imprecando. Io mi vado a prendere un caffe`.

Torno al mio posto dopo 10 minuti e nessuno e` piu` intorno alla stampante, pare essere tornata la calma, la coda di stampa e` vuota. Non so chi abbia messo la carta, io no di certo e non lo faro` mai piu` perche` l’altro ieri dovevo stampare due (DUE) facciate, mancava la carta, l’ho caricata e in coda prima di me c’era qualcuno che aveva lasciato da stampare un mezzo quotidiano (si` meta` di un giornale quotidiano, tipo La Stampa!). Ovviamente questo simpaticone si e` ben guardato dal recuperare la sua stampa o dal caricare la carta al momento di stampare. Carta buttata, toner pure, tempo mio anche.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: