3 commenti

Il coso della cosa (parte terza)

Leggi anche le parti prima e seconda.

Parte terza:

MA: La mia amica ha detto che adesso non puo` proprio piu` usare il computer, sua figlia l’altro ieri lo ha acceso ha urlato “*E` pieno di virus! E` pieno di virus!*” e sono due giorni che non lo accende piu`, non puoi proprio andare a dargli un’occhiata?

Per farla finita con questa storia decido che quella sera mi armero` di buona volonta` e andro` a vedere questa dannata rete. Arrivo a casa di AM.

AM: Guarda mia figlia ha detto che e` pieno di virus, sono due giorni che non usiamo piu` il computer, poi non troviamo la password e poi…

IO: Ok, calma. Voi non trovare la password per fare che cosa?

AM: Per connettere i computer.

IO: Ma wireless?

AM: Si`.

IO: Ok, vediamo.

Tiro fuori il mio Arch-notebook, un cavo di rete e mi attacco al dannato router. Con un comando da terminale scopro l’IP del coso e provo ad accedere alla pagina di configurazione. Mi vengono richiesti user e password, ovviamente. Sul libretto di istruzioni non e` scritto un bel niente a parte la GNU General Public License v2.

Nel mentre arriva in casa una vicina di casa (VC). Tenela a mente entrera` in gioco tra poco.

IO: Ok, sapete darmi questi dati di accesso?

AM: Ma dove si prendono?

IO: Non lo so, quelli di default di norma sul libretto di istruzioni che praticamente non esiste, se li avete cambiati dovreste ricordarli.

AM: Io non so niente.

IO: Ok, no problema, si resetta il router e si riconfigura in due minuti netti. Avete i dati di accesso dell’ISP?

AM: Non lo so, cosa dovrei avere?

IO: Un nome utente e una password, un indirizzo server, qualcosa che vi ha comunicato chi vi fornisce la connessione a internet.

AM: Noi abbiamo fastweb, ma non mi ricordo niente, io di queste cose non so nulla.

VC: Ma non avevi Infostrada?

AM: No, infostrada per il telefono, Fastweb per internet.

5 minuti buoni di discussione su chi diavolo fosse l’ISP di questa connessione in cui io mi sono amabilmente girato i pollici.

AM: Allora mi metto a cercarli.

IO: Sara` meglio.

Intanto provo a infilare dentro al mio computer il disco di installazione dei drivers, non sia mai che ci trovi dentro qualcosa. Infatti ci trovo il manuale d’istruzioni, in cui trovo username e password di default per accedere alle configurazioni del router. Le inserisco. Entro, ovviamente.

IO: Ma voi state cercando qualcosa di fastweb?

AM: Si` noi abbiamo fastweb.

IO: Qui pero` c’e` scritto AliceADSL.

AM: Ma sei entrato?

IO: Si`, ma continuate a cercare quei dati lo stesso!

Accedo alle impostazioni wi-fi e in basso c’e` la chiave di cifratura in chiaro. W la sicurezza! Provo quella password sul mio portatile e riesco a connettermi alla rete senza fili.

IO: Ok, ho trovato la password. Ora vi faccio un foglio.

Lo so che le password non andrebbero scritte *mai* da nessuna parte, ma secondo voi potrei semplicemente comunicargliele a voce oppure fargliele cambiare senza che loro se le segnino da qualche parte oppure che non se le dimentichino dopo una mezz’ora? La risposta (se proprio non riuscite a indovinarla) sta proprio qui di seguito.

AM: Davvero??? Grazie mille!!! MA chi l’ha messa quella password?

IO: Di sicuro non io.

Scrivo un foglio con user e password per accedere alle configurazioni, password per la rete senza fili e un appunto in cui spiego che i dati dell’ISP devono comunqeu essere trovati ci dovesse essere bisogno di configurare un altro router per la connessione oppure di riconfigurare questo.

AM: Bello, adesso questo foglio lo conservo e me le segno anche sull’agenda e su un altro foglio che lasciamo qui.

CVD.

Sbaracco la mia roba e faccio per salutare e andarmene contento di aver fatto una buona azione in una mezz’ora di tempo.

Annunci

3 commenti su “Il coso della cosa (parte terza)

  1. Sta storia è appassionante! Spero abbia un seguito… è meglio di una fiction! XDComunque è stato bello anche seguire dal vivo la cosa facendo supporto morale su msn… ^^

  2. Il seguito e` gia` pronto, verra` pubblicato prossima settimana… continua a seguirmi!! :-D

  3. […] lascia un commento » Leggi le parti prima e seconda e la parte terza. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: